"Inno alla luna" di Antonín Dvořák

La voce che sentite è quella di Rusalka, una ninfa dei laghi e dei fiumi, che dedica una canzone alla luna perché, con la sua luce, protegga il suo amato principe.

 

Sono sicura che anche Dvořák l'abbia guardata, la luna, proprio mentre creava questa melodia così dolce e struggente.

 

E mi piace pensare che una notte di queste possiamo uscire a guardarla anche noi.

E, anche se lontani, per un attimo ci ritroveremo più vicini, nella musica che solo la notte sa creare.